Articolo  
20 Novembre 2020


La riforma dell’abuso d’ufficio: un dilemma legislativo insoluto ma non insolubile


Attilio Nisco

SOMMARIO: 1. Premessa. – 2. La lettura estensiva dell’art. 323 c.p. riformulato dalla l. 234/1997. – 3. La nuova formulazione: la rilevanza dei soli obblighi comportamentali di fonte legislativa. – 4. (segue) L’espunzione delle regole discrezionali ed i possibili effetti collaterali. – 5. Cenni alle proposte alternative di riforma. – 6. Conclusioni: per un ragionevole commiato dall’illecito penale.

* Contributo destinato agli scritti in onore del Prof. G. Insolera, nel volume "Diritto penale tra ragione e prevaricazione. Dialogando con Gaetano Insolera".