ISSN 2704-8098
logo università degli studi di Milano logo università Bocconi
Con la collaborazione scientifica di

  Notizie  
22 Novembre 2021


Ricorso per cassazione della p.o. nei reati con violenza alla persona in caso di misura cautelare revocata o sostituita in mancanza di contraddittorio: la questione alle Sezioni unite (informazione provvisoria)

Cass., Sez. VI, ud. 9 novembre 2021, Pres. Mogini, rel. Giordano



Segnaliamo ai lettori che, secondo quanto si apprende dall’informazione provvisoria diramata dal Servizio novità della Suprema Corte, all’esito dell’udienza del 9 novembre 2021 la Sezione VI della Corte di Cassazione ha deliberato la rimessione del ricorso alle Sezioni unite affinché chiariscano la seguente questione, per cui è stato rilevato un contrasto nella giurisprudenza di legittimità: «se nei procedimenti per reati commessi con violenza alla persona sia ammissibile il ricorso per cassazione della persona offesa avverso l’ordinanza con cui sia stata disposta la revoca o la sostituzione della misura cautelare coercitiva (diversa dal divieto di espatrio o dall’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria) in violazione del diritto al contraddittorio attribuito alla stessa persona offesa dall’art. 299, comma 3, cod. proc. pen. (fattispecie in cui la sostituzione della misura è stata disposta, su richiesta del Pubblico Ministero, prima del decorso del termine di due giorni successivi alla notifica della richiesta, entro il quale la persona offesa può presentare memorie)».