ISSN 2704-8098
logo università degli studi di Milano logo università Bocconi
Con la collaborazione scientifica di

  Articolo  
14 Dicembre 2020


La riforma dei reati a tutela della salute pubblica e della sicurezza alimentare. Appunti sul d.d.l. 2427


Per leggere il testo del disegno di legge, corredato di relazione tecnica, clicca qui.

Abstract. Il contributo, che prende origine da una audizione parlamentare sul disegno di legge in materia di illeciti agro-alimentari, evidenziati gli innovativi punti di forza della riforma progettata, analizza in maniera schematica e puntuale le principali articolazioni della stessa, mettendone in luce i profili maggiormente critici.

SOMMARIO: 1. Premessa. – 2. Origine e ragioni della riforma. – 3. I contenuti della riforma in tema di sicurezza alimentare e tutela della salute pubblica. – 4. I punti di forza della riforma. – 5. Le modifiche al codice penale in tema di salute pubblica. – 5.1. Nuove intitolazioni per il titolo VI del codice penale e per i primi due capi che lo compongono. – 5.2. Art. 439 - Avvelenamento di acque o di alimenti. – 5.3. Art. 440 - Contaminazione, adulterazione o corruzione di acque, alimenti o medicinali. – 5.4. Art. 440-bis - Importazione, esportazione, commercio, trasporto, vendita o distribuzione di alimenti, medicinali o acque pericolosi. – 5.5. Art. 440-ter - Omesso ritiro di alimenti, medicinali o acque pericolosi. – 5.6. Art. 440-quater - Informazioni commerciali ingannevoli o pericolose. – 5.7. Art. 441 - Adulterazione o contraffazione di altre cose in danno della salute pubblica. – 5.8. Art. 442 - Commercio di sostanze alimentari contraffatte o adulterate. – 5.9. Art. 444 - Commercio di sostanze alimentari nocive. – 5.10. Art. 443 - Commercio o somministrazione di medicinali guasti. – 5.11. Art. 445 - Somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica. – 5.12. Art. 445-bis – Disastro sanitario. – 5.13. Art. 445-ter - Disposizioni comuni. – 6. Le modifiche alla legge n. 283/1962 in tema di sicurezza alimentare. – 6.1. Art. 1-bis (delega di funzioni). – 6.2. Artt. 5 ss. (delitti, contravvenzioni, illeciti amministrativi in tema di sicurezza e di igiene alimentare). – 6.3. La distinzione esterna tra delitti dell’art. 5 e delitti del codice. – 6.4. La distinzione interna tra ipotesi delittuose e contravvenzionali dell’art. 5 e illeciti amministrativi dell’art. 5-ter. – 6.5. Il richiamo al disastro sanitario (art. 5, comma 5). – 6.6. Art. 5-bis (inottemperanza a misure adottate in attuazione del principio di precauzione). – 7. Conclusioni.

* In vista della pubblicazione su Diritto penale contemporaneo – Rivista trimestrale, il contributo, qui pubblicato in anteprima, è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di due revisori esperti.